fbpx
  • Servizio Clienti: Lunedì – Venerdì 9:00 - 17:30, Sabato 9:00 - 15:30

Sezione FAQ

A chi mi rivolgo in caso di guasti al contatore?

Il Distributore Locale gestisce la rete di distribuzione ed i contatori di cui è anche proprietario. Interventi come riparazioni dei guasti, ripristino dell’alimentazione, ecc. sono di competenza del Distributore Locale. Il numero di telefono per questi servizi varia a seconda del Distributori Locali ed è indicato nella prima pagina della bolletta.

Qual’è la differenza tra distributore e fornitore?

Il distributore, come per esempio E-distribuzione, è la compagnia locale che distribuisce l’energia elettrica ed il gas naturale ai clienti finali. È il proprietario dei contatori e delle reti locali che trasportano l’energia elettrica, ed in quanto tale, è responsabile della gestione e manutenzione di questi. Il fornitore, come Italia Gas e Luce S.r.l., invece è la compagnia che si occupa della vendita al dettaglio dell’energia al cliente finale. Acquista l’energia dalla borsa elettrica o direttamente dai produttori e gestisce gli aspetti commerciali ed amministrativi legati alla fornitura di energia fornendo quindi l’energia elettrica o il gas al contatore del cliente finale servendosi delle infrastrutture del distributore.

Cosa sono i codici POD e PDR?

Il POD (Point of Delivery) è il codice identificativo univoco della fornitura elettrica e serve a individuare l’esatto punto fisico sul territorio nazionale in cui il fornitore consegna l’energia elettrica che poi viene prelevata dal cliente finale.

  • Inizia sempre con le lettere “IT”;
  • Si trova sul primo foglio della bolletta elettrica in alto a sinistra;
  • È un codice alfanumerico composto da 14 o 15 caratteri;
  • Non cambia anche se cambi fornitore;

Il PDR (Punto di Riconsegna) è il codice identificativo univoco della fornitura di gas, corrisponde alla posizione geografica esatta del contatore del gas di un utente.

  • È composto da 14 caratteri numerici;
  • Si trova sul primo foglio della bolletta del gas in alto a sinistra
  • Non cambia anche se cambi fornitore;

È possibile che sia un’altra persona, al di fuori del cliente stesso, a firmare il contratto?

Nessuno al di fuori del cliente stesso, il cui nome appare nelle fatture per i codici POD o PDR in questione o in quanto Rappresentante Legale dell’azienda o dell’abitazione alla quale appartengono tali codici, può firmare il contratto di fornitura.

Perché l’addebito del canone RAI avviene in bolletta? Si può evitare il pagamento del canone?

I fornitori di energia hanno il solo ruolo di intermediario tra gli utenti e l’Agenzia delle Entrate dalla quale ricevono un elenco di Clienti ai quali applicare il canone in bolletta e a quali condizioni.
Quindi qualsiasi eventuale segnalazione o problematica riguardante il canone RAI devono essere rivolte all’Agenzia delle Entrate.
Detto questo, i contribuenti qualificati, possono evitare l’addebito del canone presentandone richiesta
come riportato qui sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

Come posso effettuare una voltura, subentro, aumento della potenza, ecc.?

Uno dei molti vantaggi che Italia Gas e Luce S.r.l. offre ai sui clienti è la possibilità di effettuare volture, subentri, aumento della potenza e molti altri servizi a costo zero. Contatta il nostro Servizio Clienti al numero verde 800.946.660 o inviaci una e-mail a servizioclienti@italiagaseluce.it per saperne di più.

Cos’è l’Addebito Diretto SEPA – SDD e come funziona?

SEPA è l’acronimo inglese per “Single Euro Payments Area”, traducibile in italiano con “Area Unica dei Pagamenti in Euro”, ed è l'area in cui i cittadini, le imprese e gli altri operatori economici possono effettuare e ricevere pagamenti in euro, sia all'interno del territorio nazionale Italiano che fra i paesi che ne fanno parte.
L’ordine di Addebito Diretto SEPA quindi è un metodo di pagamento automatico diffuso in tutta Europa, che permette al fornitore di essere autorizzato dal cliente all’addebito diretto sul proprio conto corrente degli importi dovuti per i beni o i servizi resi. Il fornitore riceve, quindi, un’autorizzazione firmata da parte del cliente a incassare automaticamente gli importi delle fatture nei termini di pagamento accordati.
Funziona così`: insieme al contratto di fornitura, viene presentato al cliente anche l’autorizzazione di addebito su conto corrente, detto anche “Mandato SEPA” che, una volta sottoscritto, indica alla banca del cliente l’accordo di quest’ultimo a servirsi di questo metodo di pagamento. Successivamente, Italia Gas e Luce S.r.l. addebiterà al cliente l’importo di €0,01 a fini di verifica e validazione conto.

Perché l’Addebito Diretto SEPA non è andato a buon fine?

L'IBAN non è stato validato e principalmente per i seguenti motivi:

  • Nessun mandato - alcune banche italiane richiedono direttamente al titolare del conto corrente di inviare una copia del Mandato dell’Addebito Diretto SEPA che ha firmato al momento della registrazione. Puoi trovare questo nel Portale Clienti e nella copia del Contratto di Fornitura che hai firmato.
  • Fondi insufficienti - assicurati di disporre di fondi sufficienti nel tuo conto corrente per il pagamento della fattura.

Cosa succede in caso di mancato pagamento di una bolletta?

Come specificato nel contratto di fornitura di energia elettrica e/o gas naturale sottoscritto dal cliente, in caso di mancato pagamento di una bolletta, Italia Gas e Luce S.r.l. invierà, a mezzo PEC, un sollecito di pagamento, avente valore di costituzione in mora secondo le previsioni del TIMG (testo integrato morosità gas) e TIMOE (testo integrato morosità energia). Trascorso il termine utile al pagamento indicato nel sollecito e come descritto dal contratto, il servizio di fornitura verrà sospeso sulla base della richiesta inoltrata all’Impresa di Distribuzione competente.

Se la mia fornitura è stata sospesa per morosità`, quando ci vuole per riattivare l’utenza?

A pagamento effettuato, noi inviamo immediatamente la richiesta di riattivazione. I tempi effettivi di riattivazione dipendono, però, dal distributore. Tipicamente, sono necessari dai 5 ai 7 giorni lavorativi per l'elettricità e dai 10 ai 12 giorni lavorativi per il gas.

È Italia Gas e Luce S.r.l. ad emettere la bolletta?

Si, Italia Gas e Luce S.r.l. ha ottimizzato e semplificato il processo di fatturazione mensile per i suoi clienti, per adattarlo alle nuove leggi italiane sulla Fatturazione Elettronica.

Entro quando bisogna pagare la bolletta?

Il pagamento deve avvenire entro il termine di scadenza indicato in bolletta, che tipicamente corrisponde a dieci giorni successivi alla data di emissione della stessa.  La buona notizia è che l'IBAN che hai inserito nel tuo contratto verrà addebitato mediante ordine di Addebito Diretto SEPA, prima della scadenza della fattura, questo garantisce che il pagamento venga effettuato in tempo, evitando possibili penali.
Bisogna inoltre tener conto che ogni banca elabora i pagamenti con tempistiche diverse, di conseguenza consigliamo di assicurarsi di avere, nel tuo conto prescelto, i fondi necessari al pagamento della bolletta almeno cinque giorni prima della data di scadenza. 

Quali sono le modalità di pagamento?

Un altro vantaggio, che Italia Gas e Luce S.r.l. offre ai suoi clienti, sta proprio nella modalità di pagamento.
Grazie all’ordine di Addebito Diretto SEPA su conto corrente, il cliente non si deve più preoccupare di recarsi in fisicamente presso l’ufficio postale per effettuare il pagamento, non solo risparmiando tempo e costi, ma anche risparmiando carta. Inoltre, con l’Addebito Diretto SEPA, il cliente ha la tranquillità che le fatture vengano pagate automaticamente entro la data di scadenza, in modo da non saltare mai un pagamento.
Infine, il versamento del deposito cauzionale, che il cliente è tenuto a versare al fornitore a garanzia dei pagamenti delle bollette emesse, non è invece richiesto per pagamenti mediante l’Addebito Diretto SEPA su conto corrente. (Per approfondimenti vedi “Cos’è l’Addebito Diretto SEPA – SDD e come funziona”).

È possibile rateizzare una bolletta?

Italia Gas e Luce S.r.l. è qui per aiutare e lavorare con i nostri clienti, in caso di difficoltà economica, si prega di contattare il nostro Servizio Clienti chiamando il numero verde 800.946.660 o via e-mail a servizioclienti@italiagaseluce.it non appena ricevi la bolletta.

Perché non ho ricevuto mai nessuna bolletta per posta?

Italia Gas e Luce S.r.l. è un’Azienda Verde al 100% ed in quanto tale, oltre a fornire energia verde al 100%, si impegna a salvaguardare l’ambiente eliminando l’uso della carta. Per questo, le fatture vengono inviate all’indirizzo e-mail registrato anziché` via corriere postale.

Come mai ho ricevuto 2 bollette in un mese?

C’è stato un ritardo nella ricezione delle letture da parte del Distributore Locale e di conseguenza un ritardo della fatturazione.

Cos’è l’autolettura?

L’autolettura è l’opzione che il cliente ha di leggere da solo i dati di misura del suo contatore e di inviarli al fornitore. Questo vale in particolar modo per il gas, visto che tutti i contatori dell’energia elettrica sono telegestiti a distanza, il che vuol dire che i valori rilevati dal contatore vengono inviati automaticamente senza la necessità da parte del cliente di eseguire tale operazione. Con Italia Gas e Luce S.r.l. il cliente può fare l’autolettura del Gas mensilmente ed inserire i valori entro gli ultimi 4 giorni lavorativi del mese, ogni mese, direttamente dal Portale Clienti.

Perché e quando fare l’autolettura?

Per capire perché Italia Gas e Luce S.r.l. consiglia al cliente di effettuare l’autolettura del Gas regolarmente, bisogna capire qual è la differenza tra “lettura rilevata dal distributore”, “consumi stimati” ed “autolettura”.

  • Lettura rilevata dal Distributore: Quando la rilevazione dei consumi sul contatore è stata effettuata direttamente dall’impresa di distribuzione locale, anche tramite telelettura.
  • Consumi stimati: Se invece non è stato possibile effettuare una rilevazione dei consumi sul contatore, anche con telelettura e soprattutto per quanto riguarda il gas, il fornitore o il distributore possono stimare le letture del cliente in base a dati storici dei consumi.
  • Autolettura: Quando invece tale rilevazione viene effettuata direttamente dal cliente, e comunicata al fornitore dell’energia elettrica, prende il nome di “autolettura”.

Quindi, nel caso in cui vengano utilizzati dati di consumo stimati, questi potrebbero risultare sovrastimati causando al cliente addebiti in bolletta di costi superiori a quelli reali. Per evitare che ciò avvenga, il fornitore può basare la fatturazione sul dato preciso dell’autolettura del Gas (comunicata mensilmente dal cliente), in modo tale che il cliente non riceva fatture con onerosi conguagli una volta all’anno.

Ai fini di agevolare una fatturazione precisa e non stimata, Italia Gas e Luce S.r.l. consiglia di inviare la propria autolettura del Gas aggiornata entro gli ultimi 4 giorni lavorativi del mese, ogni mese, direttamente dal Portale Clienti.

Cos’è il Programma Rimborso del 25% offerto da Italia Gas e Luce S.r.l.?

Per ciascun tuo conto che rimanesse iscritto alla fornitura di elettricità e/o gas naturale con Italia Gas e Luce S.r.l. per 12 mesi consecutivi, calcoleremo quale è il consumo medio mensile sulla parte delle spese per l’energia nella tua fattura, dandoti quindi un rimborso del 25% su tale importo garantito! Questo vale per ogni anno!

Cos’è il mercato libero dell’energia e del gas?

Il mercato libero è entrato in vigore dal 1° luglio 2007 (Decreto Legislativo n° 79 del 1999) per il settore elettrico e dal 1° gennaio 2003 (Decreto Legislativo n° 164 del 2000) per il settore gas. Questo è il mercato in cui i clienti possono scegliere liberamente da quale venditore e a quali condizioni comprare l’energia elettrica e il gas naturale. Nel mercato libero le condizioni economiche e contrattuali di fornitura sono concordate direttamente tra le parti e non fissate dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA).
La caratteristica essenziale del mercato libero è data dalla competizione tra le varie compagnie energetiche, che determinano i propri costi delle tariffe di luce e gas, dando la possibilità a chiunque di scegliere volontariamente il fornitore più adatto alle proprie esigenze, selezionando l’offerta ed il servizio ritenuto più interessante, comoda o conveniente.
Nel 2020 il passaggio al mercato libero sarà obbligatorio per tutti.

Chi regola il mercato dell’energia e del gas naturale?

Il mercato è regolato dall’ARERA - Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente – ex AEEGSI.
In qualità di organismo indipendente, l’ARERA regola il settore al fine di sostenerne la concorrenza e l'efficienza, salvaguardando gli interessi dei consumatori, mirando a determinare livelli qualitativi di servizio e tariffari adeguati e omogenei su tutto il territorio nazionale. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale www.arera.it.

Quanto costa cambiare fornitore?

Cambiare fornitore non costa nulla. Non esistono penali, non occorre sostituire il contatore e non è prevista nessuna interruzione nella fornitura di energia elettrica o del gas. Infatti, a cambiare è solamente la società di vendita e non la società distributrice, quindi chiunque è libero di attivare l'utenza con il fornitore che si preferisce.
Una volta comunicati i propri dati anagrafici, i dati di fornitura, ecc. e dopo aver stipulato il contratto, sarà il nuovo fornitore ad occuparsi di tutte le pratiche di attivazione senza nessun onere aggiuntivo per il cliente.
È da notare che alcuni fornitori però addebitano al cliente 16€ per i costi di bollo del nuovo contratto.
A differenza dei fornitori convenzionali, Italia Gas e Luce S.r.l. non addebita nessun costo per il cambio fornitore, per volture, subentri, aumento della potenza, ecc.

Che cos’è il bonus sociale?

Il bonus sociale è uno sconto sulla bolletta. Questa agevolazione è stata introdotta dal Governo e resa disponibile dall’ARERA per aiutare le famiglie in difficoltà per disagio economico, disagio fisico o a famiglie numerose.
La domanda per ricevere il bonus sociale energia deve essere presentata presso il Comune di residenza o presso un altro ente designato dal Comune come i CAF (Centro Assistenza Fiscale) utilizzando i moduli dedicati. Per più informazioni riguardo al bonus sociale o per ottenere la modulistica necessaria, clicca qui

Come creare il tuo account con Italia Gas e Luce dopo la registrazione.

Non hai ancora un account, contattaci!

Guarda le nostre offerte PLACET