fbpx
  • Servizio Clienti: Lunedì – Venerdì 9:00 - 17:30, Sabato 9:00 - 15:30

Innovazione energetica: quali sono le soluzioni e i benefici

Innovazione energetica: quali sono le soluzioni e i benefici

657 views

Parlare di innovazione quando si parla del settore energetico è una condizione indispensabile per cercare di capire quali siano i continui movimenti effettuati verso il futuro. Ciò che colpisce è la continua evoluzione per il settore che sta puntando tutto su una serie di benefici a livello edile, migliorando così gli edifici italiani. Le stime fatte parlano chiaro: vi è un importante giro d’affari da parte delle imprese che vogliono aumentare il numero degli interventi energetici per creare uno scenario più ottimistico e positivo. La cosiddetta rivoluzione energetica, e quindi anche ambientale, non solo permetterebbe di generare occasioni di lavoro, ma ridurrebbe anche le emissioni di CO2. Ma in che modo?

Il settore energetico e l’edilizia

Quali possono essere gli impatti, in termini economici e ambientali, se prendiamo in esame le soluzioni d’innovazione energetica per edifici residenziali e non? Partendo dall’attuale situazione italiana, caratterizzata da qualcosa come l’80% di edifici, si dovrebbe mappare la “situazione energetica” degli edifici che troviamo sul territorio italiano. A quel punto diventa facile riconoscere soluzioni tecnologiche che permettano una buona efficienza energetica.

Per il mercato residenziale la situazione è chiarissima: gli edifici sono in prevalenza di classe G, che è la più scarsa in assoluto, mentre quelli di classe A o A+, sono appena il 2%. E’ presto detto che il patrimonio immobiliare italiano sia caratterizzato da una bassa classe energetica. Ma ogni situazione critica può avere una o più soluzioni. E’, infatti, possibile prevedere l’installazione di strumenti tecnologicamente avanzati, che vadano così a sostituire gli impianti e le infrastrutture esistenti. Tra questi non possiamo non citare il fotovoltaico, l’uso del telaio in PVC, il cappotto termico, il termostato intelligente e molto altro ancora. Basta pensare che con la sola sostituzione di una caldaia, è possibile ridurre ed evitare le emissioni di CO2.

Benefici e incentivi per sostenere l’innovazione energetica

I benefici possono essere riscontrati in diverse categorie, se si va ad applicare una o più soluzioni anche non invasive. E’ chiaro però che i tempi di ritorno rispetto all’investimento fatto sono alti, ma aiutano a conseguire dei miglioramenti significativi. E tale discorso vale sia a livello di comfort che di interessamento per lo stesso immobile. Lo dicono gli analisti che negli ultimi anni hanno spesso suggerito invertenti per consentire il miglioramento della classe energetica degli edifici.
Per attuare molti miglioramenti, diventano necessari gli ecobonus, che variano in base alle differenti tipologie di immobile. L’intervento effettuato, in questo modo, diventa accessibile, almeno a livello economico.

Fino al 31 dicembre 2018 vi è la possibilità di sfruttare la detrazione del 65% per spese sugli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Tra questi citiamo gli interventi che servono per migliorare le condizioni (almeno al 20%) del fabbisogno annuo di energia primaria. Si parla quindi di installazione di pannelli solari, della sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con installazione di sistemi di termoregolazione che siano considerati evoluti e l’installazione di dispositivi multimediali per effettuare il controllo da remoto degli impianti.

L’energia è la chiave per il “salto in avanti”

Parlare di energia e di innovazione è la chiave per poter parlare di futuro e di un miglioramento complessivo. Con una serie di attente soluzioni e un programma ben strutturato è possibile puntare a importanti risparmi energetici, senza dimenticare la sostenibilità ambientale e una buona crescita economica del Paese. Il tutto grazie al sostegno di provvedimenti normativi che devono essere attuati, alla promozione di soluzioni di innovazione energetica, contrastando e superando barriere normative, ma anche e soprattutto quelle culturali.

In questo modo il consumatore potrà affrontare l’investimento e il settore potrà continuare a svilupparsi con interventi mirati, puntuali e vantaggiosi su più fronti.

Energy innovation: what are the solutions and benefits

29 views

Talking about innovation when talking about the energy sector is an indispensable condition to try to understand what are the continuous movements towards the future. What is striking is the continuous evolution for the sector that is focusing all on a series of building benefits, thus improving Italian buildings. Estimates made are clear: there is an important turnover by companies that want to increase the number of energy interventions to create a more optimistic and positive scenario. The so-called energy revolution, and therefore also environmental, would not only generate job opportunities, it would also reduce CO2 emissions. But how?

The energy sector and construction

What are the impacts, in economic and environmental terms, if we look at energy innovation solutions for residential and non-residential buildings? Starting from the current Italian situation, characterized by something like 80% of buildings, one should map the “energy situation” of the buildings we find on the Italian territory. At that point it becomes easy to recognize technological solutions that allow a good energy efficiency.

For the residential market the situation is very clear: the buildings are mostly class G, which is the lowest ever, while those of class A or A +, are just 2%. It is soon said that Italian real estate assets are characterized by a low energy class. But every critical situation can have one or more solutions. In fact, it is possible to envisage the installation of technologically advanced instruments, which thus replace existing plants and infrastructures. Among these we can not mention the photovoltaic, the use of the PVC frame, the thermal coat, the intelligent thermostat and much more. It is enough to think that by simply replacing a boiler, CO2 emissions can be reduced and avoided.

Benefits and incentives to support energy innovation

The benefits can be found in different categories, if one or more solutions, even non-invasive ones, are applied. It is clear, however, that the return times compared to the investment made are high, but they help to achieve significant improvements. And this is true both in terms of comfort and of interest for the building itself. The analysts say that in recent years they have often suggested inverters to allow the improvement of the energy class of buildings.
To implement many improvements, the ecobonus become necessary, which vary according to the different types of buildings. The intervention carried out, in this way, becomes accessible, at least at the economic level.

Until 31 December 2018 there is the possibility of exploiting the 65% deduction for expenditure on energy redevelopment of buildings. Among these we mention the interventions that serve to improve the conditions (at least 20%) of the annual primary energy requirement. We are talking about the installation of solar panels, the replacement of winter air conditioning systems with the installation of thermoregulation systems that are considered advanced and the installation of multimedia devices to perform remote control of the systems.

Energy is the key to “leap forward”

Talking about energy and innovation is the key to being able to talk about the future and overall improvement. With a series of careful solutions and a well-structured program, it is possible to focus on significant energy savings, without forgetting environmental sustainability and good economic growth in the country. All this thanks to the support of regulatory measures to be implemented, to the promotion of energy innovation solutions, combating and overcoming regulatory barriers, but also and above all cultural ones.

In this way the consumer will be able to face the investment and the sector will be able to continue to develop with targeted, timely and advantageous interventions on several fronts.